La V Festa della Polizia Locale

Sabato 12 ottobre, a San Pietro in Casale, si è tenuta la festa della nostra Polizia locale: presenti la autorità ma soprattutto tanti cittadini

Sabato 12 ottobre si è tenuta a San Pietro in Casale la V festa della Polizia Locale dell’Unione Reno Galliera. La festa, che ogni anno si tiene in un diverso comune dell’Unione, si è svolta nella centrale piazza Martiri alla presenza di autorità civili e militari e di numerosi cittadini, e come ogni anno si è confermata preziosa occasione di incontro tra il Corpo e la popolazione.

Durante il momento istituzionale della festa hanno parlato il comandante Massimiliano Galloni e il presidente dell'Unione e sindaco di San Pietro in Casale, Claudio Pezzoli.

Il tenore Cristiano Cremonini ha cantato l'Inno nazionale e al termine della cerimonia, fuori programma, ha emozionato tutti i presenti con "Caruso", di Lucio Dalla.

Merita ricordare che oltre agli agenti e ufficiali del Corpo che si sono messi in luce nell'attività operativa, il Comandante Galloni ha anche premiato cinque cittadini che hanno compiuto azioni in aiuto di altre persone.

La festa è poi continuata nel pomeriggio, sempre in piazza Martiri: gli agenti hanno mostrato ai cittadini le diverse attrezzature utilizzate nel servizio (autovelox, etilometro, scout speed, targa system, eccetera), i ragazzi hanno provato un giro in pattuglia sulle auto di servizio e i più piccoli hanno avuto in regalo la foto del "piccolo motociclista".


Riportiamo di seguito uno stralcio del discorso del comandante Galloni (i dati riportati si riferiscono al periodo 1 settembre 2018 - 30 agosto 2019)

«Nell’anno preso in esame il Comando ha eseguito poco più di 7.000 interventi registrati nella Centrale operativa, che come noto coordina tutte le pattuglie sul territorio degli otto comuni associati, la grande maggioranza posti in campo a seguito di richiesta dei cittadini. Oltre 28.000 le telefonate giunte al centralino del comando.

La nostra centrale operativa attualmente gestisce complessivamente 236 telecamere, di cui 44 con ocr e targa system. Il numero delle telecamere è destinato ad aumentare ancora, per i forti investimenti che i nostri comuni stanno mettendo in campo in questo settore. 88 volte polizia e carabinieri si sono rivolti a noi per avere le immagini utili per loro esigenze operative. A tal proposito è in corso di realizzazione il collegamento sperimentale delle immagini delle nostre telecamere alla centrale della Compagnia Carabinieri di San Giovanni in Persiceto, intervento eseguito in collaborazione con la Polizia Locale di Terre d’Acqua.

360 gli incidenti stradali rilevati dal reparto di infortunistica stradale, a seguito dei quali contiamo 260 persone ferite, di cui 8 con lesioni gravi e, purtroppo, 5 persone decedute. Sono dati preoccupanti e la preoccupazione aumenta pensando al fatto che questo andamento è in linea con quello provinciale e nazionale.

In materia di promozione della sicurezza 2800 bambini e ragazzi sono stati coinvolti nelle attività di educazione stradale, con oltre 900 ore di interventi in aula da parte della polizia locale nelle scuole degli otto comuni, dalle scuole per l’infanzia fino alle secondarie.

Per quanto riguarda l’attività di polizia giudiziaria 148 sono state le comunicazioni di notizia di reato inviate all’Autorità Giudiziaria, con 133 persone denunciate in stato di libertà per vari reati e 3 arresti. Mezzo chilo lo stupefacente sequestrato, tra cocaina e marijuana. Tra i vari interventi in questo settore meritano di essere ricordate la persona denunciata per truffa a Castello d’Argile, perché dopo avere ottenuto il reddito di cittadinanza continuava a svolgere in nero l’attività di commerciante ambulante di abbigliamento, operazione che ha avuto largo spazio sugli organi di stampa, o l’arresto dello spacciatore in transito a Bentivoglio con quasi un etto di cocaina purissima occultata nell'auto.

E le multe? Ecco qualche numero. Sono poco più di 19.000 i verbali redatti per violazione al codice della strada nel periodo, di cui 4/5 redatti per violazione alle norme di comportamento, quelle più gravi per la sicurezza della circolazione stradale, per 2623 punti della patente decurtati. Complessivamente 235 invece le violazioni accertate ad altre norme extra codice della strada, tra cui meritano di essere ricordati i 113 verbali per mancato rispetto delle ordinanze che limitano gli orari di utilizzo delle slot machine vigenti nei nostri comuni, a fronte di 579 controlli ed i circa 90 verbali in materia di ambiente e decoro urbano, accertati anche con la collaborazione delle guardie ecologiche e ambientali.

Ben 1757 le violazioni accertate in materia di autotrasporto su gomma a veicoli pesanti, di cui una percentuale rilevante a carico di veicoli stranieri, molto presenti sulle nostre strade, a fronte di 570 veicoli pesanti controllati. A tale proposito merita ricordare che anche quest’anno abbiamo continuato la collaborazione con il Dipartimento Nord Est del Ministero dei Trasporti, competente anche per l’area del bolognese, che una volta al mese ci mette a disposizione il proprio centro mobile attrezzato per le revisioni dei coli pesanti.

34 sono stati i conducenti colti alla guida di veicoli in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di stupefacenti. Ben 48 gli autoveicoli stranieri sequestrati perché condotti da persone residenti in Italia in violazione della recente normativa che obbliga la nazionalizzazione dei veicoli. Colpisce infine il numero dei veicoli sanzionati perché circolavano senza revisione, ben 874, e senza assicurazione, 303, dati in costante aumento, in gran parte individuati grazie agli strumenti targa system e scout speed che abbiamo in uso.»

Galleria fotografica

Non hai trovato quello che cercavi?