Fondo StartER

Un fondo regionale per prestiti a tassi agevolati a supporto delle nuove imprese

Dal 2 novembre è nuovamente attivo il Fondo StartER, fondo di finanza agevolata finanziato dalla Regione Emilia-Romagna che supporta con prestiti a tassi agevolati progetti di investimento effettuati da nuove imprese.

Si tratta di un fondo rotativo di finanza agevolata, approvato dalla Regione Emilia-Romagna con Deliberazione di Giunta n. 1198/13, a compartecipazione privata.

Beneficiari
Nuove imprese (piccole o medie ex Raccomandazione 2003/361/CE del 06/05/2003 e D.M. 18/04/2005 - G.U. 238 del 12/10/2005) aventi localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. Le attività ammesse sono (classificazione ATECO 2007) :

  • SEZIONE B "Estrazione di minerali da cave e torbiere", tutta la sezione;
  • SEZIONE C "Attività manifatturiere", tutta la sezione;
  • SEZIONE D "Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, tutta la sezione;
  • SEZIONE E "Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento";
  • SEZIONE F "Costruzioni";
  • SEZIONE G "commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli", limitatamente al gruppo 45.2 "Manutenzione e riparazione di autoveicoli" e alla categoria 45.40.3 "Manutenzione e riparazione di motocicli e ciclomotori (inclusi i pneumatici);
  • SEZIONE H "Trasporto e magazzinaggio";
  • SEZIONE I "Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione", limitatamente alle categorie 56.10.2 "Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto", 56.10.3 "Gelaterie e pasticcerie";
  • SEZIONE J "Servizi di informazione e comunicazione";
  • SEZIONE L "Attività immobiliari";
  • SEZIONE M "Attività professionali, scientifiche e tecniche";
  • SEZIONE N "Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese";
  • SEZIONE P "Istruzione";
  • SEZIONE Q "Sanità e assistenza sociale";
  • SEZIONE R "Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento";
  • SEZIONE S "Altre attività di servizi".

I finanziamenti avranno durata di 18-84 mesi e importo non superiore all’85% del progetto presentato, con un minimo finanziabile di 25 mila euro e massimo di 300 mila euro.

Interventi ammissibili:

  • interventi su immobili strumentali quali costruzione, acquisizione, ampliamento e/o ristrutturazione; è finanziabile anche l’acquisto di terreni nel limite del 10% del progetto;
  • acquisizione di macchinari, impianti e attrezzature;
  • acquisizione di brevetti, licenze, marchi, avviamento;
  • consulenze tecniche e/o specialistiche;
  • spese del personale adibito al progetto nel limite del 30% del progetto;
  • spese per la produzione della documentazione tecnica necessaria per la presentazione della domanda per un importo massimo pari a 10.000 euro

Gli interventi dovranno essere realizzati entro 12 mesi dalla data di concessione e comunque non oltre il 30 settembre 2016.

Brochure informativa
Sito sul Fondo StartER

 








Non hai trovato quello che cercavi?