Il bonus asilo nido non può essere negato agli stranieri privi del permesso di soggiorno di lungo periodo

Lo stabilisce un’ordinanza del Tribunale di Milano, e l'INPS spiega come chiedere il riesame o presentare una nuova richiesta

Un’ordinanza del Tribunale di Milano del 9 novembre 2020 ha dichiarato illegittima e discriminatoria l’esclusione degli stranieri privi del permesso di soggiorno di lungo periodo dal “bonus asili nido”.

Per questa ragione il 18 dicembre l’INPS ha diramato un messaggio nel quale spiega cosa devono fare i soggetti interessati

  • chi aveva fatto domanda e se l'era vista rigettare dovrà fare una istanza di riesame per ottenere l’accoglimento e il conseguente rimborso delle somme pagate per le rette del nido (o l’importo corrispondente in caso di bimbi con disabilità).
  • chi non aveva presentato domanda potrà farlo ora, entro il 31.12.2020

Per informazioni o approfondimenti occorre rivolgersi direttamente all'INPS

Non hai trovato quello che cercavi?