Premio Alberghini: invito in Russia per 4 giovani musicisti vincitori dell’edizione 2016

Un'opportunità unica che viene offerta ai vincitori del 2016 grazie alla collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino/Opera di Firenze

Mentre si appresta a celebrare i vincitori della seconda edizione, con il concerto finale in programma l'8 aprile 2017, il Premio Giuseppe Alberghini - Giovani Musicisti e Compositori della Città Metropolitana di Bologna (istituito nel 2015 dall'Unione Reno Galliera), conferma la bontà del progetto artistico e la qualità delle collaborazioni messe in campo con una grande notizia: Belinda Gottardi, Presidente dell'Unione Reno Galliera, e Cristiano Cremonini, referente artistico del Premio, annunciano infatti che quattro musicisti vincitori dell’edizione 2016 sono stati scelti e invitati a partecipare a un importante stage di alto perfezionamento presso la Gnesins Russian Academy of Music e il Moscow Tchaikovsky Conservatory.
Un'opportunità unica che viene offerta ai vincitori del 2016, grazie alla collaborazione con l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino/Opera di Firenze. Infatti su espressa richiesta di Luca Ioseffini, Direttore Generale dell'Accademia del Maggio Musicale Fiorentino - Opera di Firenze, che ha avuto modo di apprezzare l'alta valenza culturale del Premio Alberghini, la Commissione artistica del concorso ha segnalato i nominativi di quattro strumentisti risultati vincitori della prima edizione, al fine di poter consentire loro di concorrere ad un progetto di scambi internazionali Italia-Russia. Si tratta di un'importantissima opportunità riservata ai giovani musicisti italiani, avviatasi con successo l'anno scorso grazie alla collaborazione fra l'Accademia e l'Ambasciata d'Italia a Mosca, che prevede stage di alto perfezionamento presso alcune delle massime istituzioni musicali moscovite, come la Bolshoi, la Vishnevskaya, la Gnesins Russian Academy of Music e il Moscow Tchaikovsky Conservatory.
Il periodo di permanenza avrà una durata di circa tre settimane (a partire dal mese di maggio 2017). I costi di viaggio, vitto e alloggio sono sostenuti dall'Ambasciata italiana.
Il piano di studi presso le istituzioni russe prevederà l'approfondimento tecnico-interpretativo del repertorio dei singoli strumenti, musica da camera, lingua russa e storia della musica russa.
Ecco i quattro vincitori della prima edizione, scelti (in base al proprio talento e al percorso formativo intrapreso) per lo stage russo:
Alessandra Esposito pianista
Nicola Scialdone oboista
Giacomo Marchesini oboista
Giulio Pastorello pianista

Alessandra Esposito (1996): 1° Premio Assoluto "Talenti Reno Galliera". Residente a Galliera. Ha suonato di L. Dallapiccola: Sonatina, 1° movimento. Iscritta dal 2007 al Conservatorio statale Giovan Battista Martini di Bologna, attualmente all'ottavo anno della classe di Pianoforte principale del prof. Ruffini.

Nicola Scialdone (1996):1° Premio Assoluto "Ex Aequo" sezione Fiati Solisti. Residente a Castel Maggiore. Ha suonato di J. B. W. Kalliwoda: Concertino, 1° movimento. Inizia a studiare l'oboe nel 2007 (11 anni) sotto la guida del maestro M. Mascellani presso la scuola secondaria di primo grado "Donini Pelagalli" di Castel Maggiore. Nel 2011, dopo un anno di studio preparatorio con il suo docente nella scuola di Molinella, entra nel conservatoio "Giovan Battista Martini" di Bologna dove inizia un percorso di perfezionamento con il maestro Marino Bedetti e contemporaneamente approfondisce la pratica specializzandosi nei gruppi di musica da camera e musica d'insieme per fiati.

Giacomo Marchesini (1998): 1° Premio Assoluto "Ex Aequo" sezione Fiati Solisti. Residente a Castel Maggiore. Ha suonato A. Vivaldi: Concerto in Re minore, 1° movimento. Iscritto al Liceo musicale Lucio Dalla di Bologna, studia come primo strumento l'oboe sotto la guida del professor Pilati e del professor Pellegrino, fa parte dal 2011 dell'Orchestra dei Giovanissimi del Conservatorio di Bologna, da giugno 2015 fa parte della Orchestra Sursum Corda di Bologna diretta dalla M° Manfredini.

Giulio Pastorello (2000): 1° Premio Assoluto Sezione Pianoforte. Residente a Castel Maggiore. Ha suonato di F. Schubert: Improvviso op.90, D 899, Allegretto. E' stato ammesso al Conservatorio di Bologna nel 2011 e ad oggi continua gli studi presso il Conservatorio con il prof. Landi.

Istituito nel luglio 2015 dall'Unione Reno Galliera con l'intento di tutelare e sostenere la tradizione musicale del proprio territorio, il Premio Giuseppe Alberghini - Giovani Musicisti e Compositori della Città Metropolitana di Bologna, grazie alla preziosa collaborazione di alcune fra le maggiori istituzioni musicali della regione, come il Teatro Comunale di Bologna (partner ufficiale del premio), Musica Insieme e l'Accademia Pianistica Internazionale di Imola, e il fondamentale sostegno dei Lions Clubs, rappresenta un unicum sul territorio, confermandosi come la principale competizione musicale in grado di abbracciare tutte le tipologie di strumenti della tradizione classica.
La seconda edizione ha appena visto terminare le selezioni, con 157 partecipanti, e i vincitori saranno proclamati nel corso del Concerto di gala dei finalisti in programma a San Pietro in Casale il prossimo 8 aprile 2017 al Cinema Teatro Italia.

 

Valuta questo sito