La Festa della pace di sabato 13 maggio

Resoconto per immagini e parole di una lunga giornata di festa

Sabato 13 maggio si è tenuta a San Giorgio di Piano la Festa della Pace, una giornata ricca di eventi all'insegna della pace, della solidarietà e dell'inclusione.
La giornata si è aperta con la Marcia della Pace che oltre a giovani, studenti delle scuole del territorio, associazioni e cittadini, ha visto la presenza dell’atleta paraolimpico Fabrizio Petrillo.
Partita da Castelmaggiore, Bentivoglio e Argelato, la Marcia è approdata a San Giorgio di Piano dove, ai saluti degli amministratori (presenti il sindaco di San Giorgio Crescimbeni, la Presidente della Reno Galliera Belinda Gottardi, il Direttore AIFO Maurizio Maldini e Stefano Caliandro, dell'Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna), sono seguite la premiazione del concorso scolastico con esposizione dei lavori degli studenti e la musica dei Cantodiscanto e Laboratorio Migranti di oggi.
La giornata di festa è proseguita al pomeriggio con il torneo di calcio a 5 Dai un calcio alle mafie, a cura dei Consigli Comunali dei Ragazzi e dei volontari che hanno partecipato ai campi di lavoro sui terreni confiscati.

Sempre di pomeriggio si è tenuta la premiazione delle associazioni che hanno partecipato al concorso L'unione fa la... pace.
Il concorso non prevedeva premi "materiali" ma rappresentava un'opportunità importante per far conoscere le associazioni, i comitati e i gruppi informali operanti nel territorio dell’Unione, e ben tredici sono state le associazioni in lizza, con altrettanti progetti realizzati tutti sui nostri territori e focalizzati sui temi della solidarietà e dell'inclusione sociale.
L’iniziativa intendeva rafforzare il legame fra associazioni, cittadini e istituzioni facendo leva proprio sull'intima connessione fra le azioni di solidarietà e il senso di comunità di una società capace, come la nostra, di mettere in relazione persone, luoghi e risorse per dare risposte a problemi individuali e collettivi, e raggiungere in tal modo obiettivi altrimenti impensabili.
La generosa partecipazione di quasi novecento cittadini alle votazioni on-line ha concretizzato l’auspicio di dare voce e visibilità allo spirito di solidarietà, coesione e inclusione sociale che animava i progetti candidati.
Premiata, alla fine, solo la prima classificata tra tutte le associazioni concorrenti, ossia il Comitato genitori di Castelmaggiore che con il progetto "Raccolta tappi per acquisto gioco per bambini con disabilità" ha ottenuto il 24% dei voti, mentre tutte le altre associazioni, ritenute parimenti meritevoli e avendo di fatto ottenuto un numero di voti popolari equamente ripartiti, hanno meritato un secondo posto ex-aequo.

Alla cerimonia di premiazione erano presenti l'assessore alle politiche sociali del Comune di Castello d'Argile Tiziana Raisa, il sindaco di Pieve di Cento delegato dei Servizi alla persona dell'Unione Reno Galliera Sergio Maccagnani, e lil sindaco di Castel Maggiore e Presidente dell'Unione Reno Galliera Belinda Gotardi, tutti molto soddisfatti del risultato e grati ai numerosi partecipanti che col loro impegno hanno dimostrato una volta di più quanto la reciproca conoscenza e la collaborazione meritino di stare al centro di un'idea di cultura di pace basata sui valori dell’inclusione sociale.

La presenza di stand informativi, laboratori ludici e artistici, mostre fotografiche, momenti di intrattenimento musicale, e l'intensa partecipazione di pubblico, hanno reso la giornata ancor più bella e festosa.

1.jpg

2.jpg 3.jpg

5.jpg 4.jpg

Valuta questo sito