Ubriaco, finisce fuori strada abbattendo una recinzione

... e si allontana abbandonando l’auto incidentata

Era finito fuori strada a tutta velocità nel primo pomeriggio di ieri, urtando con violenza la recinzione di una abitazione in via Pescerelli, in pieno centro di San Pietro in Casale, abbattendola, ma nonostante le ferite riportate si era allontanato dal luogo dell’incidente, lasciando la propria auto letteralmente “accartocciata” attorno alla recinzione abbattuta.
I vicini hanno così chiamato la Polizia Municipale “Reno Galliera”: dalla carta di circolazione emergeva che il proprietario, un trentanovenne di nazionalità albanese, era residente a pochi isolati di distanza. Questi veniva trovato subito dopo presso la sua abitazione dagli agenti del presidio di San Pietro in Casale, con varie contusioni su diverse pareti del corpo, indiscutibilmente ricollegabili al recente incidente. Riaccompagnato sul luogo del sinistro stradale, dove era stata abbandonata la sua auto, non poteva che confermare di essere il responsabile del fatto, affermando di essersi allontanato a piedi perché temeva la reazione dei proprietari della recinzione abbattuta.
Sottoposto alla prova dell’etilometro dagli agenti del Comandante Massimiliano Galloni, risultava avere un concentrazione di alcol nel sangue quasi cinque volte superiore alla norma.
Il trentanovenne veniva quindi denunciato per la ipotesi più grave di guida in stato di ebbrezza (con concentrazione di alcol nel sangue oltre 1,5 grammi/litro), aggravata dall’avere causato un incidente stradale. L’auto è stata sequestrata e la patente di guida ritirata per essere revocata.
Quella accertata ieri dai miei collaboratori”, afferma il Comandante Massimiliano Galloni, “è la ipotesi più grave di guida in stato di ebbrezza, avendo riscontrato un tasso alcolemico di oltre 1,5 grammi per litro in un soggetto che ha provocato un incidente stradale, comportamento che la legge punisce con la revoca della patente di guida. Il conducente dovrà quindi rifare l’esame. Siamo soliti collegare la guida in stato di ebbrezza alle ore notturne, invece sempre più spesso notiamo casi anche nelle ore post prandiali: questo è il terzo caso che accertiamo solo nell’ultimo mese”.

Allegato: foto del veicolo incidentato.

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/08/03 10:28:59 GMT+2 ultima modifica 2016-08-03T12:28:00+02:00

Valuta questo sito