Industria 4.0 - Dieci milioni di euro per le imprese interessate ad acquisire competenze per innovare

Seminari e azioni di informazione e sensibilizzazione: in Emilia-Romagna le parole d'ordine sono digitalizzazione, internazionalizzazione e sviluppo sostenibile

Ammontano a 10 milioni di euro le risorse investite dalla Regione Emilia-Romagna per realizzare, su tutto il suo territorio, seminari e azioni di sensibilizzazione, percorsi formativi e azioni mirate alle imprese per sostenere processi diffusi di digitalizzazione, internazionalizzazione e sviluppo sostenibile, per accompagnare il sistema economico–produttivo, dalla manifattura ai servizi collegati, al terziario ed al turismo ed affrontare le sfide a livello globale per l’industria 4.0.
Un investimento articolato che prevede, per accrescere il numero di imprese interessate a partecipare alla formazione e acquisire competenze per innovare, seminari aperti e azioni di informazione e sensibilizzazione.
Sono 30 mila le ore di formazione a disposizione e oltre 2.500 le aziende che saranno supportate nella definizione e implementazione delle proprie strategie di innovazione.
Destinatari degli interventi, realizzati da diversi enti di formazione accreditati del territorio regionale, saranno oltre 11mila imprenditori e manager: figure che hanno la responsabilità di elaborare le strategie per governare il cambiamento.
L’obiettivo strategico è avviare un percorso di trasferimento di conoscenze e competenze necessarie a progettare e realizzare percorsi di innovazione di prodotto e di processo, ma anche organizzative e gestionali, in coerenza con l’evoluzione digitale dell’industria e dei servizi, evidenziandone impatti, opportunità e incroci con i principali trend di sviluppo e innovazione che caratterizzano la "rivoluzione” 4.0, una trasformazione digitale del sistema economico-produttivo attraverso una serie articolata di innovazioni tra cui, per citarne alcune, il cloud, le nuove macchine per la produzione automatizzata, le nano e le biotecnologie, l’intelligenza artificiale, la capacità di accumulare e gestire big data.

I progetti finanziati, in esito ad un bando pubblicato nel giugno scorso, hanno l’obiettivo di concretizzare quanto condiviso col Patto per il Lavoro: fare dell’Emilia-Romagna uno degli snodi cruciali della nuova rivoluzione industriale.
I progetti approvati declinano i processi di innovazione rispetto alle differenti caratteristiche delle imprese destinatarie dell’intervento regionale.

Info e approfondimenti

Valuta questo sito