Distrutte ingenti quantità di cosmetici di dubbia origine

A tutela della salute dei cittadini e della qualità degli acqusiti dei consumatori

Continua la concreta azione dell’Unione Reno Galliera - in collaborazione con le preposte Autorità di controllo sul territorio - per il contrasto delle attività illegittime che, oltre a costituire un pericolo per i consumatori, arrecano un danno alle imprese "corrette" e diminuiscono il valore d’immagine del prodotto italiano.

Si è così conclusa con la distruzione di 183.092 confezioni di cosmetici, destinati a cura ed estetica delle mani, una lunga e articolata vicenda. Dopo un primo sopralluogo e successive verifiche, i controlli avevano confermato la non identificabilità delle materie impiegate per la confezione dei prodotti estetici, ed era stato disposto l'immediato sequestro cautelare, convalidato dallo SUAP.

L’entità dei beni sequestrati, nonché la complessità e il soprapporsi delle norme comunitarie e nazionali in materia, hanno indotto l’impresa colpita dal sequestro a interpellare il Ministero della Salute per ottenere un suo pronunciamento, ma vista la conferma ministeriale sul corretto operato dei controlli e del sequestro, lo SUAP ha disposto la distruzione e lo smaltimento delle materie residue, al fine di sottrarre i prodotti all’impiego di ignari consumatori e per prevenire situazioni di pericolo per la loro salute.

Valuta questo sito