Borghi e frazioni in musica

Il 16 luglio a Pieve ultimo appuntamento della rassegna musicale che dal 17 giugno anima le serate della pianura bolognese
Parte il 17 giugno, con un grande concerto di apertura, l’edizione 2015 di Borghi e Frazioni in Musica, la rassegna musicale che si svolge per il sedicesimo anno nei Comuni del Distretto culturale Pianura Est.
Lo spirito dell’edizione 2015 è riassunto nello slogan “Musica di Squadra”, per sottolineare una volta di più la collaborazione e la sinergia tra i vari soggetti che da sempre contribuiscono alla buona riuscita della manifestazione, e la musica di squadra è una disciplina che i borghi e le frazioni della Pianura emiliana conoscono bene, perché è il modo in cui costruiscono il loro festival intercomunale da sedici anni unendo, edizione dopo edizione, la bravura degli artisti, la generosità degli ospiti, la passione del pubblico e la competenza degli organizzatori e degli operatori che vi prendono parte.

Il 2015, poi, apre con la nuova “proprietà” dell’Unione Reno Galliera, che scende in campo per ottimizzare le risorse e aumentare le sinergie tra i Comuni del Distretto Culturale Pianura Est, ma soprattutto con una “campagna acquisti” che arricchisce ulteriormente il team con “nuovi giocatori”: ogni reparto della rassegna si rafforza grazie alla collaborazione di Associazioni e realtà del territorio che rendono l’azione di Borghi e Frazioni in Musica ancora più efficace e avvincente.

In apertura dei concerti, a partire dalle ore 20, le location si animeranno con le degustazioni e cene di prodotti tipici a cura dell’Associazione “Orizzonti di Pianura: turismo, cultura ed enogastronomia tra Bologna e Ferrara” e delle imprese agricole e commerciali del territorio, ma anche con piccole introduzioni storiche – a cura degli associati della Libera Università di Pieve e Castello d’Argile, del Gruppo Studi Pianura del Reno e dell’Associazione Polaris di San Pietro in Casale –, concerti di giovani formazioni locali, coordinate dall’Associazione Culturale The Clan, o performance di danza, come nel caso della Scuola D.E.F. di Castel Maggiore, che accoglierà il pubblico di Daniele Di Bonaventura con un intervento site-specific nella suggestiva cornice delle Cave di Trebbo di Reno.
Insieme alla musica e ai sapori della pianura, il pubblico troverà anche alcuni fermo-immagine, diversi per ogni appuntamento, che andranno a costituire una raccolta di visioni e suggestioni di residenze storiche, scorci, borghi, memorie, quotidianità in una  pianura che l’uomo da sempre lavora e trasforma.

Tutti i concerti sono a ingresso gratuito e hanno inizio alle ore 21.30
Degustazioni, cene e attività collaterali dalle ore 20, a partire da 5 euro

Calendario

 

Programma  [1.33Mb]

Valuta questo sito