Piena del Reno

In corso la ricognizione dei danni. Via Lame riaperta al traffico dalle ore 12.00 di venerdì 15 febbraio

ULTIM'ORA - Riapertura al traffico di Via Lame 
Dalle ore 12.00 del 15 febbraio 2019 riapre via Lame, nel tratto tra via Bondanello e via Passo Pioppe, con le seguenti limitazioni alla circolazione, dovute in particolare alla prosecuzione dei lavori sull'argine:
- Limite dei 30 Km/h nel tratto di via Lame tra l’inizio a nord dell’abitato di Boschetto e il nucleo di edifici ubicato in via Lame n. 347;
- Restringimento della carreggiata per una profondità di 2,5 metri, con senso unico alternato, dalle ore 7,00 alle ore 16,30, con opportune segnalazioni mobili e solo nel tratto in cui è prevista la lavorazione per un massimo di 30 metri di lunghezza.


Sabato 2 febbraio 2019 il fiume Reno ha esondato in località Boschetto, nel comune di Castel Maggiore, allagando un territorio di circa 2.750 ettari di superficie (comuni di Castel Maggiore, Argelato, Castello d'Argile, San Giorgio di Piano e San Pietro in Casale - Mappa elaborata dal Consorzio della Bonifica Renana), e causando danni a numerose abitazioni civili, a svariate attività produttive, ai campi, edifici e macchinari agricoli, alla rete viaria e di scolo.
Il cedimento ha interessato una porzione di argine di cinquanta metri di lunghezza e due di altezza e una marea d’acqua, oltre 3 milioni di metri cubi, si è riversata nei campi.

Fondamentale si è rivelata la stretta collaborazione di tutti gli enti e dei numerosi volontari coinvolti: le amministrazioni comunali da subito hanno attivato la macchina organizzativa e garantito assistenza ai cittadini colpiti. La Polizia Locale e il Servizio Intercomunale di Protezione Civile dell'Unione, con anche i volontari protezione civile, sono stati sul campo dalle prime ore del disastro e hanno garantito un presidio H24 in tutti i giorni dell'emergenza. I Vigili del Fuoco, i Carbinieri, la Prefettura, il Genio Ferrovieri, il Consorzio della Bonifica Renana, che ha consentito di dirottare parte delle acque fuoriuscite dal Reno attraverso i canali di bonifica, la Protezione Civile Regionale, l'ANCI, la Polisportiva Progresso di Castel Maggiore e le centinaia di semplici cittadini che si sono resi disponibili, fin da subito, a portare il proprio soccorso.

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha richiesto lo stato di emergenza al Governo.

Dopo il primo intervento di emergenza, sono ora in corso i lavori di sistemazione dell'argine e sono partiti quelli di rifacimento della via Lame, gravemente danneggiata dall'onda di piena, che dovrebbero durare circa 3 settimane. 
Confagricoltura Bologna per voce del suo presidente Guglielmo Garagnani ha richiesto misure specifiche per le aziende agricole danneggiate: i danni subiti dai soli campi, escluse quindi le attrezzature e gli stabili, ammonterebbero a circa 6 milioni di euro.

A Castel Maggiore sono circa 60 le unità immobiliari danneggiate e una decina le attività produttive. Un immobile è stato dichiarato parzialmente inagibile. In via Passo Pioppe e via Bondanello i fossi di scolo funzionano e sono in corso lavori di pulizia, si sta aspettando che il terreno sia abbastanza asciutto per ripristinare la banchina di via Bondanello gravemente danneggiata dalla piena.

Ad Argelato è stato interessato dall'alluvione il 90% del paese, senza contare le imprese agricole e le aziende: da lunedì 11 e fino al 2 marzo sarà aperto in comune uno sportello di assistenza rivolto a tutti coloro che hanno subito danni dall'alluvione. 

Passata, quindi, la prima fase dell'emergenza, parte ora quella della ricognizione dei danni - la quantificazione preliminare di quelli subiti dalle proprietà private e dalle attività produttive parte lunedì 11 febbraio in tutti i comuni interessati.

Per reperire informazioni sempre aggiornate invitiamo a consultare i siti istituzionali dei comuni di Argelato, di Castel Maggiore, Castello d'Argile e San Giorgio di Piano e le rispettive pagine facebook (comunediargelato/ - ComuneCastelMaggiore/ - /ComuneCastellodArgile/ -  /Comune-San-Giorgio-di-Piano-860145687352776/). Info tempestive anche sulla pagina facebook della nostra Polizia Locale.

Valuta questo sito