Qualità dell'aria e misure antismog: dal 1 marzo limitazioni in tutti i comuni della pianura

Limitazioni per i comuni dell'agglomerato di Bologna, pianura est e pianura ovest

Dal 1° ottobre 2020 al 31 marzo 2021 sono in vigore le misure antismog come previsto dal PAIR 2020 - Piano Aria Integrato Regionale per la lotta allo smog, che si applicheranno però in due passaggi diversi.

Dall'11 gennaio di quest'anno non possono più circolare i veicoli benzina fino a euro 2, diesel fino a euro 4 compreso e cicli e motocicli fino a euro 1, veicoli benzina-metano, benzina-gpl fino a euro 1.

Inoltre da ottobre a marzo c'è divieto di utilizzare impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico a una stella o di classe inferiore, compresi anche i caminetti a legna aperti (in presenza di impianto alternativo).

La novità, in vigore dal 1° marzo al 30 aprile 2021, è che nei centri abitati di tutti i comuni di pianura sotto i 30.000 abitanti non potranno circolare i veicoli privati euro 0 ed euro 1 dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. Sono esentati dai limiti i possessori di un solo veicolo - regolarmente immatricolato e assicurato - per nucleo familiare, con Isee inferiore a 19mila euro, muniti di autocertificazione.

Per dettagli sulle limitazioni prendere visione delle Ordinanze comunali (in corso di aggiornamento): Argelato - Bentivoglio - Castello D'Argile (Ordinanza Sindacale n.1  - Allegato 1) - Castel Maggiore - Galliera - Pieve di Cento - San Giorgio di Piano - San Pietro in Casale

Misure emergenziali

Infografica misure emergenziali antismog 2020-2021 clicca per ingrandire

Quando si superano i limiti di PM10 per 3 giorni consecutivi (la verifica è effettuata due volte a settimana: lunedì e giovedì, e il Bollettino è reso disponibile entro le 11 su www.liberiamolaria.it) scattano le misure emergenziali, e alle limitazioni previste dal lunedì al venerdì si aggiunge:

  • il divieto di circolazione per i diesel euro 4 (dall’11 gennaio 2021 il blocco si applicherà anche ai diesel euro 5)
  • il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle
  • il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 4 stelle se il superamento dei limiti si protrae per 10 o più giorni consecutivi
  • l'abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali
  • divieto di combustione all'aperto
  • divieto di sosta con motori accesi
  • divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche eco-sostenibili.

Oltre a Bologna e Imola le limitazioni riguardano i comuni dell'agglomerato di Bologna (tra cui Castel Maggiore, centro e Trebbo di Reno, e Funo di Argelato), i quali stanno predisponendo le ordinanze che detteranno il dettaglio delle limitazioni.

La Città metropolitana di Bologna anche quest'anno mette a disposizione i seguenti servizi informativi:

APPROFONDIMENTI:  ARPAE   |   CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA

Inquinamento dell’aria e salute - Dieci domande agli esperti (PDF - 351 KB)

Non hai trovato quello che cercavi?