Tu sei qui: Home / Archivio News / In primo piano / Officina Roversi

Officina Roversi

Un Festival celebra il grande poeta bolognese nei luoghi che gli furono più cari: Bologna, Pieve di Cento e San Marino di Bentivoglio. Prossimi appuntamenti: il 19 ottobre e il 5 novembre

A cinque anni dalla scomparsa di Roberto Roversi (14/09/12) - poeta, scrittore, giornalista, libraio e punto di riferimento, fin dai primi anni Cinquanta, di molti poeti e intellettuali del panorama italiano, il Comune di Pieve di Cento, l’Unione Reno Galliera e le Edizioni Pendragon promuovono e organizzano il progetto Officina Roversi, festival di incontri diffusi sui territori amati dal grande poeta bolognese: Pieve di Cento, Bologna e San Marino di Bentivoglio.*

Il festival sarà occasione per una rilettura del lavoro di Roversi, e i sei incontri previsti per questa prima edizione saranno dedicati alla sua produzione per musica e teatro.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Il primo appuntamento del festival è con Oscar de Summa che legge Il Frate (sabato 23 settembre a Pieve di Cento - Teatro Alice Zeppilli, ore 21). Un Francesco d’Assisi, quello raccontato da Roversi, potente e mistico, ma pienamente calato nella vita politica e sociale del suo tempo. Scritta su commissione, la sceneggiatura fu poi modificata da Roversi stesso con Tonino Guerra e Michelangelo Antonioni. Il film non fu mai realizzato.
La lettura sarà replicata mercoledì 25 ottobre alle 21.00 presso il Santuario di Santa Maria della Vita a Bologna.

Venerdì 29 settembre a Pieve di Cento (Piazza Andrea Costa ore 21.00) potremo riascoltare molte delle canzoni composte da Roversi (soprattutto per Dalla e Curreri) alcune delle quali entrate nell’olimpo dei classici (si pensi a Chiedi chi erano i Beatles o a Nuvolari). Sul palco, un giovane quartetto bolognese composto da Roberta Giallo (fresca vincitrice del premio Bindi), Irene Catani, Francesco Milanesi e Paolo Piermattei, accompagnati dalla chitarra di Piero Posani.

Sabato 7 ottobre gli Zois si esibiranno a Pieve in un concerto dal titolo Etilene per tutti. La collaborazione tra Roversi e Dalla portò alla realizzazione di tre album mitici, che hanno rivoluzionato la storia della canzone d’autore italiana: gli Zois hanno riarrangiato alcuni di quei brani e musicato sette “testi per canzoni” che Roversi scrisse negli anni Settanta/Ottanta e ancora inediti.
Gli Zois saranno in concerto anche a Bologna il 19 ottobre alle ore 21.00 presso l’Oratorio di San Filippo Neri.

Il festival si concluderà domenica 5 novembre alle 18.00 presso il Museo della Civiltà Contadina Istituzione Villa Smeraldi con Scalabrino e alcuni testi per la musica: Maria Gioia Tavoni presenterà l’ultimo brevissimo testo narrativo di Roversi con l’accompagnamento delle canzoni della coppia Dalla-Roversi interpretate da Roberta Giallo.

Il festival è realizzato da Comune di Pieve di Cento, Unione Reno Galliera ed Edizioni Pendragon con la collaborazione di Città Metropolitana – Istituzione Villa Smeraldi Museo della Civiltà Contadina, Genus Bononiae, Fondazione Del Monte – Oratorio di San Filippo Neri, Mismaonda e con la stagione teatrale Agorà, e ha il sostegno di Fondazione Unipolis e Coop Alleanza 3.0.

_______________________________

* Pieve di Cento è stata cara a Roberto Roversi fin da ragazzo: suo padre era nato a Pieve e vi aveva esercitato l’attività di medico condotto, e lui vi trascorse l’infanzia. Diventò la “sua” Pieve quando, nel 1981, vi fece ritorno per scrivere un articolo per L’Espresso ed ebbe modo di riscoprire storia, monumenti e tradizioni della sua “piccola Atene emiliana”. È iniziata così una profonda amicizia tra il poeta e la città, suggellata nel 2006 dall’affidamento al Comune del suo archivio di lavoro privato. Villa Smeraldi era un luogo caro a Roversi perché in questa dimora trascorse molte delle sue estati giovanili, sia come ospite di suo zio Rigoberto Smeraldi sia quando la villa divenne proprietà dei genitori.


 

 

 

pieghevole (PDF 862 KB)
locandina (PDF 300 KB)

Azioni sul documento

ultima modifica 09/10/2017 10:16 — pubblicato 14/09/2017 15:15