Le misure antismog

La Regione modifica le norme e riammette alla circolazione i diesel euro 4, ma con misure più severe in caso di sforamenti

Le nuove norme, in breve:

  • possono circolare i diesel EURO 4;
  • le misure emergenziali scattano dopo 3 giorni di sforamento dei limiti di PM10 (e non 4);
  • sono rafforzate le domeniche ecologiche.

Nel dettaglio:

Il 1° ottobre 2018, sono tornate in vigore le misure antismog previste dal PAIR 2020 - Piano Aria Integrato Regionale.

Diversamente da quanto inizialmente annunciato, da quest’anno le limitazioni coinvolgono i veicoli diesel fino agli euro 3 (oltre ai benzina fino agli euro 1) ed escludono invece i diesel euro 4, che potranno circolare nei centri abitati dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30, mentre restano confermate le restrizioni  per l'uso di legna e pellet nei riscaldamenti domestici, estremamente più inquinanti rispetto agli impianti a metano.

A seguire le limitazioni previste:

Sulle strade

Nell'agglomerato di Bologna (per l'Unione Reno Galliera sono interessati i territori di Castel Maggiore e Funo di Argelato) restano fermi, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 18.30 (e nelle cosiddette domeniche ecologiche) i diesel fino all'euro 3 compreso, i benzina fino all'euro 1 incluso, i ciclomotori e motocicli pre-euro. Possono circolare sempre, invece, i veicoli a metano, GPL, elettrici e ibridi, i veicoli in car pooling (ossia con almeno tre persone a bordo) oltre ovviamente ai mezzi in deroga e ai trasporti specifici o per usi speciali. 

Verifica la classe ambientale (categoria Euro) del tuo autoveicolo o motoveicolo o ciclomotore sul sito Il portale dell'Automobilista

In casa

In tutto il territorio restrizioni anche nell'uso di legna e pellet per il riscaldamento domestico: chi ha in casa un'altra fonte di riscaldamento NON può usare stufe e caminetti di classe emissiva uguale o minore a una stella (la classe di appartenenza degli impianti è normalmente indicata nella documentazione fornita dal costruttore). Se invece l'unica fonte di riscaldamento è il caminetto o la stufa, il divieto non si applica.

Misure emergenziali

Le misure emergenziali scattano quando per più giorni consecutivi si supereranno i limiti di PM10. I valori vengono controllati due volte alla settimana, il lunedì e il venerdì, e le misure entrano in vigore dal giorno dopo (dunque dal martedì o dal sabato) per restarci fino al controllo successivo (dunque fino al lunedì o al venerdì, inclusi).

Livelli di allerta

  1. il primo livello di allerta (che scatta dopo 3 giorni di sforamento, e non più 4 come deciso inizialmente), prevede che alle limitazioni alla circolazione previste dal lunedì al venerdì si aggiungano il divieto di circolazione per i diesel euro 4, il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle, l’abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali, il divieto di combustione all'aperto, il divieto di sosta con motori accesi e il divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.
  2. Il secondo livello di allerta, che scatta con 10 giorni di superamento dei limiti di PM10 in atmosfera, include nei divieti anche le stufe e caminetti con classe emissiva inferiore alle 4 stelle (sempre in presenza di impianto alternativo).

Nel territorio metropolitano le limitazioni alla circolazione riguardano 10 Comuni del cosiddetto agglomerato di Bologna (Argelato - limitatamente alla frazione di Funo, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell'Emilia, Pianoro, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.

Nel territorio dell'Unione Reno Galliera sono interessati dalle limitazioni i territori di Castel Maggiore (capoluogo e frazione di Trebbo di Reno) e di Argelato (solo frazione di Funo):

copy_of_pair_RG.jpg

Per la cartografia completa e sempre aggiornata dell'intera area metropolitana, sui rimanda al sito della Città metropolitana

L'attivazione delle misure antismog comporterà un potenziamento dei controlli sulla circolazione dei veicoli e sulle altre misure, per questo è consigliabile iscriversi al servizio gratuito di alert sms o mail messo a disposizione dalla Città metropolitana di Bologna, che avvisa le persone iscritte quando scattano le misure emergenziali.

INFO SEMPRE AGGIORNATE SU ARPAE.it

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/09/12 10:10:00 GMT+1 ultima modifica 2018-11-20T16:42:47+01:00

Valuta questo sito