Commercio e somministrazione di alimenti e bevande: la Regione pubblica un bando per aiutare micro e piccole imprese

La 1° finestra per la presentazione delle domande (solo online) va dalle ore 10.00 del 18 febbraio alle 13.00 del 18 marzo 2020

La Regione Emilia-Romagna ha pubblicato un bando per la riqualificazione delle attività commerciali e di pubblico esercizio.

Possono fare domanda le imprese che esercitano, anche in forma stagionale, una attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e/o bevande o un'attività commerciale al dettaglio in sede fissa avente i requisiti di esercizio di vicinato.

Tali imprese devono svolgere l’attività in uno dei settori di attività Ateco 2007 ammissibili indicati nel bando.

Sono finanziabili progetti di riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento delle strutture nelle quali si svolge l’attività, oppure di offerta di nuovi prodotti e/o servizi, oppure di ammodernamento tramite introduzione di tecnologie informatiche e digitali.

L’agevolazione, a fondo perduto, è concessa nell'ambito del regime de minimis, nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile. Il progetto finanziabile dovrà avere una dimensione minima di investimento ammesso pari a euro 15.000. Il contributo massimo concedibile per ciascun progetto ammesso non potrà comunque eccedere l’importo di euro 30.000.

Le domande di contributo dovranno essere presentate tramite la piattaforma web Sfinge 2020 secondo le scadenze di seguito indicate:

1° finestra: dalle ore 10.00 del 18 febbraio 2020 alle ore 13.00 del 18 marzo 2020
2° finestra: dalle ore 10.00 del 15 settembre 2020 alle ore 13.00 del 29 ottobre 2020

La Regione chiuderà anticipatamente le finestre al raggiungimento delle 150 domande.

Bando e modulistica

Info:
Sportello Imprese: tel. 848 800 258 - infoporfesr@regione.emilia-romagna.it
Help desk Sfinge2020: segnalazioni tramite la voce Segnalazioni dall'applicativo Sfinge 2020 o telefoniche al n. 051 41 51 866

Valuta questo sito