Agorà: Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile - a Castel Maggiore il 15 giugno

Uno spettacolo audioguidato che avrà luogo a Castel Maggiore alle ore 18 del... primo giorno possibile (ossia: il 15 giugno!)

Sciolta la riserva: il primo giorno possibile per tornare a fruire di uno spettacolo dal vivo, quello in cui la compagnia teatrale Kepler 452 sarà in scena con Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile, nuovo lavoro teatrale nuovo lavoro teatrale audioguidato dei Kepler 452 e realizzato nella stagione Agorà ai tempi del coronavirus - sarà il 15 giugno

lunedì 15 giugno
ore 18 > Piazza della Pace a Castel Maggiore
da martedì 16 a venerdì 19 giugno
ore 18 > Piazza della Pace a Castel Maggiore
sabato 20 e domenica 21 giugno
ore 19 | ore 21 | ore 23 > Piazza Maggiore a Bologna

Spettacolo gratuito con prenotazione obbligatoria

Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile

Spettacolo audioguidato
il primo giorno possibile,  ore 18
in un luogo simbolico: la piazza di Castel Maggiore (BO)

un progetto di Enrico Baraldi, Nicola Borghesi, Riccardo Tabilio
coordinamento Michela Buscema
supervisione musicale Bebo Guidetti
a cura di Agorà / Liberty / Kepler 452Unione Reno Galliera, Regione Emilia Romagna
nel progetto Costruire memoria con il contributo di Fondazione del Monte

"Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile", un progetto audioguidato per 40 spettatori di Kepler-452 e Stagione Agorà è una lettera dal passato per il «giorno zero» del futuro, per il primo giorno di ritorno a una presunta «normalità» del teatro. Lo spettacolo debutta lunedì 15 giugno alle ore 18 in Piazza della Pace nel Comune di Castel Maggiore dove resterà in scena, alle ore 18, fino a venerdì 19 giugno nell’ambito della stagione Agorà. "Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile" prosegue le repliche in Piazza Maggiore a Bologna, sabato 20 e domenica 21 giugno nell’ambito di Bologna Estate.

"A inizio 2020 la nostra quotidianità è stata travolta dalla pandemia: nel momento più cupo delle restrizioni a mobilità, socialità e lavoro, quando il teatro si è trovato da un giorno all’altro polverizzato, ha preso forma in noi il desiderio di parlare di futuro: del domani. Andare oltre, uscire in qualche modo dalle nostre case – e fantasticare. Abbiamo immaginato un gruppo di spettatori ritrovatosi insieme in uno spazio aperto: una piazza. Come dei sopravvissuti."

Cosa sta accadendo al mondo intorno a noi, e a noi in quanto esseri umani? Che significati acquisirà in futuro il verbo «incontrarsi»? Cosa vuol dire essere teatranti in tempi di distanziamento sociale? Che ruolo dovremo attribuire a questa esperienza per il futuro? È possibile, dalla manciata di metri quadri in cui sono costrette le nostre vite, immaginare la società futura?

Queste le riflessioni al centro di Lapsus Urbano // Il primo giorno possibile.

Gli spettatori saranno chiamati a misurare il loro presente reagendo alle domande poste nelle cuffie, a guardarsi in faccia, a contarsi, a prendere posizione o a emozionarsi di fronte all’evocazione del mondo utopico del dopo epidemia. Una sfida, quella di Kepler-452, per raccontare e custodire la memoria del presente, attraverso la lente di un momento storico di isolamento e privazione, che richiede di essere riconosciuto come un momento collettivo

Lo spettacolo è a ingresso libero. Posti limitati con prenotazione obbligatoria, inviando una mail a biglietteria.teatri@renogalliera.it oppure con un sms o un whatsapp al numero 333 8839450

Visita la pagina di approfondimento sul nostro sito: http://stagioneagora.it/2020/05/20/lapsus-urbano-il-primo-giorno-possibile/

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/04/28 14:02:00 GMT+1 ultima modifica 2020-06-09T14:38:35+01:00

Valuta questo sito