Villa Vicus Via - Archeologia e storia a San Pietro in Casale

Le testimonianze archeologiche dell’importanza di una zona che, specie in età augustea, dovette conoscere una fioritura notevolissima (fino al 31 gennaio 2017, con chiusura il 31 dicembre)
  • Villa Vicus Via - Archeologia e storia a San Pietro in Casale
  • 2016-10-01T00:00:00+02:00
  • 2017-01-31T00:00:00+01:00
  • Le testimonianze archeologiche dell’importanza di una zona che, specie in età augustea, dovette conoscere una fioritura notevolissima (fino al 31 gennaio 2017, con chiusura il 31 dicembre)
  • Cosa cultura, sport, turismo
  • Quando 01/10/2016 alle 00:00 al 31/01/2017 alle 00:00
  • Dove San Pietro in Casale, Museo Casa Frabboni via Matteotti, 137
  • Nome del contatto
  • Telefono del contatto 051.8904821
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

L’Amministrazione Comunale di San Pietro in Casale e l’Unione Reno Galliera, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia dell’Emilia Romagna, promuovono la mostra Villa Vicus Via. Archeologia e storia a San Pietro in Casale - Museo Casa Frabboni di San Pietro in Casale, dal 1 ottobre 2016 al 31 gennaio 2017 (chiusa il 31 dicembre).

Il territorio di San Pietro in Casale ha restituito negli ultimi decenni numerose e significative testimonianze archeologiche: il panorama insediativo antico di questa fascia di territorio bolognese si presenta infatti ricco di testimonianze, soprattutto a partire dalla romanizzazione della Pianura Padana e in particolare tra la tarda Repubblica e i primi due secoli dell’Impero. 
Capisaldi di questa espansione territoriale furono le colonie – le città - che si dislocarono nella maggior parte dei casi lungo il tracciato della Via Emilia e funsero da centri di gestione e organizzazione del territorio sia dal punto di vista economico che politico. 
Bologna, già importante città etrusca e occupata poi dai celti, fu certamente il principale di questi centri - e il territorio preso in esame nella mostra faceva parte dell’agro di questa città e rivestì una particolare importanza per la presenza di un percorso viario, solo parzialmente rimesso in luce dall’archeologia e citato dalle fonti storiche (l’antica Via Emilia Altinate, che congiungeva Bologna all’attuale territorio padovano).

In questo contesto storico non stupisce la presenza, nella località di Maccaretolo, di un centro abitato (pagus o vicus), probabilmente di notevoli proporzioni, con rinvenimenti di altissimo valore storico-testimoniale sin dall’800 (la stele dei Cornelii, la stele di Quinto Manilio Cordo, un puteale dedicato ad Apollo e al Genio di Augusto, vari resti architettonici e scultorei tra cui una statua di togato appartenenti a imponenti monumenti sepolcrali del tipo a edicola cuspidata) esposti tutti presso il Museo Civico Archeologico di Bologna ad eccezione del sarcofago lapideo della seconda metà II secolo d.C. conservato in uno spazio del Comune di San Pietro in Casale.
Le testimonianze dell’epigrafia confermano l’importanza del centro che, in particolar modo in età augustea, dovette conoscere una fioritura notevolissima, così come tutto il territorio circostante.

Ed è di questo che la mostra vuole occuparsi: attraverso una ricucitura dei dati e delle testimonianze disponibili si mira a restituire un’immagine complessiva di questo territorio così ricco di fermenti. Il centro del “racconto” sarà quindi l’abitato di Maccaretolo, con le sue eccezionali testimonianze, inserito però in un tessuto insediativo complessivo che, includendo le realtà agricole come la grande villa rustica rinvenuta presso il Centro Sportivo di San Pietro in Casale, darà conto dell’interazione e dell’integrazione tra i vari soggetti economici e politici operanti nel territorio. Il quadro non si limiterà al solo territorio comunale, che pure costituirà il focus dell’esposizione, ma abbraccerà (per testimonianze a campione e quindi necessariamente a spot) i comuni limitrofi di Bentivoglio, Galliera, San Giorgio di Piano e Castel Maggiore.
La mostra, attraverso l’esposizione di reperti e prestiti dal Museo Archeologico di Bologna, si svilupperà secondo un percorso organizzato in sezioni tematiche quali i contesti abitativo, sacro, funerario e produttivo e in sezioni topografiche con la storia degli scavi a San Pietro in Casale e nel territorio dell’Unione Reno Galliera, con uno sguardo attento anche alla storia archeologica dei Comuni limitrofi Budrio, Castenaso e San Giovanni in Persiceto.

Il Comune di San Pietro in Casale e l’Unione Reno Galliera lavorano a questo evento con il prezioso supporto del Gruppo Archeologico locale “Il Saltopiano”, da anni impegnato per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio archeologico, con la collaborazione scientifica della Soprintendenza Archeologia dell’Emilia Romagna e con il sostegno di importanti sponsor privati.

La mostra sarà anche l’occasione per l’allestimento permanente del sarcofago lapideo sopra citato, uno dei reperti archeologici più importanti e meglio conservati del territorio: fino a oggi custodito in uno spazio comunale visitabile solo su richiesta, troverà una collocazione permanente presso il Museo Casa Frabboni, in accordo con la Soprintendenza, arricchendo in questo modo l’offerta del Parco culturale urbano già ricco di opere d’arte. E permanente diventerà anche una sezione della mostra la quale andrà ad aggiungere una tessera al mosaico della storia della città di San Pietro in Casale raccontata presso lo spazio museale del Museo Casa Frabboni. 

La mostra inaugurerà SABATO 1 OTTOBRE 2016:

ORE 16.00 Sala consiliare “Nilde Iotti”, Municipio di San Pietro in Casale, via Matteotti 154
PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA
Con interventi di
Claudio Pezzoli, Sindaco Comune di San Pietro in Casale
Anna Maria Masetti, Assessore alla Cultura Comune di San Pietro in Casale
Belinda Gottardi, Presidente Unione Reno Galliera
Luigi Malnati, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Raffaella Raimondi, Eleonora Rossetti, Tiziano Trocchi, curatori della mostra

ORE 17.30 Museo Casa Frabboni, via Matteotti 137
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

Segue aperitivo

Completano l’evento espositivo la pubblicazione di un catalogovisite guidate con particolare attenzione ai bambini e alle scolaresche con laboratori, e una serie di eventi collaterali di approfondimento della cultura romana nei Comuni dell’Unione Reno Galliera su arte gladiatoria, centuriazione e viabilità, contesto sacro, contesto funerario, la donna e la moda, la regimentazione delle acque, la messa in scena di una commedia di Plauto.

Alcuni degli eventi partecipano poi di un altro calendario, quello di Il contado e la città - ciclo di eventi che gli istituti museali del Distretto Pianura Est propone nel IX centenario del Comune di Bologna per ripercorrere la storia del contado di pianura ed evidenziarne gli originali apporti alla storia cittadina, all'interno di un rapporto di forte interdipendenza

VISITE GUIDATE
domenica 20 novembre
domenica 4 dicembre
lunedì 26 dicembre
orari: 15-16.30 e 17-18.30
max 20 persone per turno
Prenotazione obbligatoria al Servizio Musei, tel. 051 8904821/822 dal lunedì al venerdì.

Programma degli eventi collaterali e degli incontri

Sabato 3 settembre 2016, ore 18.00
San Marino di Bentivoglio | Villa Smeraldi - Museo della Civiltà Contadina (via Sammarina 35)
Un'antica strada romana. Nuovi dati dagli scavi archeologici di Bentivoglio–Interporto
Relatori Tiziano Trocchi e Moreno Fiorini, rispettivamente funzionario e ispettore onorario SABAP-BO

Sabato 17 settembre 2016, ore 15.30
San Pietro in Casale | Biblioteca “Mario Luzi” – Sala emeroteca “Francesco Boriani” (via Matteotti 137)
Abiti senza cuciture tra antichità e design.
Presentazione e sfilata di abiti e accessori a cura di Maria Rossi

Sabato 24 settembre 2016, ore 19.00
San Pietro in Casale | Centro sociale ricreativo culturale “E. Faccioli” (via Massarenti 19)
Cibus: a tavola con i Romani. Cena a base di piatti della cucina classica romana a cura di Federica Badiali
Prenotazione obbligatoria entro il 21/9 al Servizio Musei Unione Reno Galliera | Costo € 15,00

Domenica 25 settembre 2016, ore 20.30
Bentivoglio | Centro culturale TeZe (via Berlinguer 7)
We love archaeology. Archeologia partecipata e volontariato. Altre radici, stessa passione
Relatori Caterina Cornelio Cassai, Valentino Nizzo, Tiziano Trocchi, Funzionari

Giovedì 6 ottobre 2016, ore 20.45
Galliera | Sala consiliare del Municipio (Piazza Eroi della libertà 1, San Venanzio di Galliera)
Morte nell'arena. L'arte gladiatoria tra storia e leggenda
Relatrice Federica Guidi, funzionaria del Museo Civico Archeologico di Bologna

Mercoledì 19 ottobre 2016, ore 20.45
Castel Maggiore | Sala dei Cento, presso il Distretto sanitario (Piazza 2 Agosto 1980, 2)
Misurare la terra. Viabilità e centuriazione nell'agro bononiense
Relatrice Renata Curina, funzionaria SABAP-BO

Lunedì 24 ottobre 2016, ore 20.45
San Giorgio di Piano | Sala consiliare del Municipio (via Libertà 35)
Divinità e culto. Aree ed edifici sacri nel territorio di Bologna romana
Relatrice Daniela Rigato, docente al corso di Storia antica Università di Bologna

Mercoledì 9 novembre 2016, ore 20.45
Bentivoglio | Centro culturale TeZe (via Berlinguer 7)
In agro pedes. Necropoli e ritualità funeraria
Relatore Tiziano Trocchi, funzionario SABAP-BO

Martedì 15 novembre 2016, ore 20.45
Argelato | Emil Banca, Sala Enzo Spaltro (via Argelati 10)
La donna e la moda al tempo dei Romani
Relatrice Francesca Cenerini, docente di storia sociale e di epigrafia, corso Storia antica Università di Bologna

Giovedì 24 novembre 2016, ore 20.45
San Pietro in Casale | Parco culturale - Biblioteca Mario Luzi e Museo Casa Frabboni (Via Matteotti 123)
La conquista e la romanizzazione del territorio della pianura bolognese
Relatore Giovanni Brizzi, professore di Storia romana Università di Bologna
Al termine, visita guidata alla mostra Villa Vicus Via. Archeologia e storia a San Pietro in Casale

Mercoledì 30 novembre 2016, ore 20.45
Castello d'Argile | Sala polifunzionale (via del Mincio 1)
La storia delle acque di pianura, dai Romani all'attualità
Relatrice Alessandra Furlani, responsabile comunicazione Bonifica Renana

Sabato 17 dicembre 2016, ore 15.30
San Pietro in Casale | Parco culturale - Biblioteca Mario Luzi e Museo Casa Frabboni, Via Matteotti 123, 
L'Anfitrione di Plauto, dal testo antico alla scena contemporanea
Conversazione di Lucia Pasetti, Professoressa associata Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, Università di Bologna
Al termine, visita guidata alla mostra Villa Vicus Via. Archeologia e storia a San Pietro in Casale a cura del Gruppo Archeologico Il Saltopiano

Martedì 20 dicembre, ore 20.45
Museo Casa Frabboni
via Matteotti, 137 - San Pietro in Casale
La pittura romano-latina: stili e iconografia
Conversazione con Loretta Secchi, storica dell'arte.
Al termine, visita guidata alla mostra Villa Vicus Via. Archeologia e storia a San Pietro in casale a cura del gruppo Archeologico Il Saltopiano

Sabato 14 gennaio 2017, ore 20.45
Pieve di Cento | Teatro A. Zeppilli (Piazza A. Costa 17)
Anfitrione, commedia di Plauto, a cura della compagnia teatrale Fil di ferro, regia di Ferruccio Fava

Mercoledì 18 gennaio 2017, ore 20.45
San Pietro in Casale | Sala consiliare “Nilde Iotti” del Municipio (via Matteotti 154)
Villa Vicus Via. Archeologia e storia a San Pietro in Casale. Bilancio e prospettive
Relatrice Raffaella Raimondi, archeologa e curatrice della mostra

Pieghevole Villa vicus via (.PDF - 3,5 MB)

Pieghevole Il contado e la città (.PDF - 2.6 MB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2016/08/24 13:05:00 GMT+2 ultima modifica 2017-01-09T10:53:00+02:00

Valuta questo sito