Il viaggio come ricerca interiore: CARLO MAVER

Un appuntamento di Consonanze 2016
  • Cosa NL_giovani cultura, sport, turismo
  • Quando 23/10/2016 dalle 10:45 alle 12:35
  • Dove Castel Maggiore (Sala Pasolini, piazza Amendola 1
  • Nome del contatto
  • Telefono del contatto 051 8904824/25 - 331 1081173
  • Aggiungi un evento al calendario iCal

Riparte Consonanze, la rassegna di aperitivi musicali domenicali che si tengono a Castel Maggiore e che giunge quest'anno all’ottava edizione. In continuità con le precedenti edizioni, dedicate all’evoluzione di stili e generi musicali degli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta - con un omaggio alla rivoluzione dei Beatles nel 2014, e alla Belle Époque nel 2015 -, l'edizione 2016 di Consonanze è dedicato al tema del viaggio.

A ottobre, attraverso la musica, si tracceranno tre percorsi per raccontare altrettanti aspetti del tema: il viaggio come ricerca interiore, con i suoi aspetti più intimi e poetici, il viaggio nella memoria con i grandi successi che ci aiutano sempre a ricordare, e il viaggio “on the road” con le colonne sonore che ci hanno accompagnato negli spostamenti come anche nei cambiamenti nella nostra vita.

L´obiettivo è far rivivere le emozioni del viaggio in ogni sua forma, con l’aiuto di tre ospiti d’eccezione e di altrettante esibizioni e, appuntamento dopo appuntamento, proporre al pubblico tre live indimenticabili, capaci di farci sognare e farci vivere il viaggio come esperienza multiforme, fisica e non. 

I concerti aperitivo sono tutti a ingresso gratuito e si tengono alle 10.45 a Castel Maggiore (Sala Pasolini, piazza Amendola 1).

Al termine di tutti i concerti, piccoli spuntini da viaggio.

Ultimo appuntamento della rassegna 2016:

Carlo-Maver.jpg

23 ottobre 2016
CARLO MAVER
Il viaggio come ricerca interiore
Carlo Maver_ Bandoneón

A concludere la rassegna un concerto molto particolare dal vivo con un solo straordinario di Bandoneón.
L'artista Carlo Maver aiutato dal suo strumento affronta il tema del viaggio come ricerca interiore da sempre con composizioni originali e non. Il risultato è potente e delicato allo stesso tempo con sonorità che ci portano in tutto il mondo. Un viaggio senza parole ma che, chiudendo gli occhi, arriva a tutti.

  • ore 10:45_saluti di apertura dell'amministrazione e direzione artistica
  • ore 11:00_concerto dedicato alla musica come ricerca interiore dove ciò che conta è il viaggiare stesso e non la meta, e dunque la musica come medium per raccontare i sentimenti e le inquietudini dell’uomo che cerca o scopre se stesso.
  • ore 12:00_aperitivo offerto dal Comune di Castel Maggiore

Carlo Maver, flautista, bandoneonista, compositore e viaggiatore solitario. Da solo ha attraversato terre esotiche e lontane... viaggi che inevitabilmente hanno condizionato la vita e ovviamente anche la musica. E' un musicista che parte sempre dalla melodia per poi sviluppare attorno ad essa il suo discorso musicale sempre lirico ed impregnato di tante sonorità. E' no dei pochi allievi del grande bandoneonista argentino Dino Saluzzi.
Maver è di sicuro uno dei musicisti più apprezzati della scena jazz/tango in italia, u na sensibilità la sua che si trasferisce sui tasti del suo bandoneón senza premeditazione, come una continuità della vita, del quotidiano: dove pensiero e azione scorrono connaturate, senza sforzo, semplicemente. Ogni suo concerto è pregno di emozioni. E la sincerità della sua musica, il grande mood evocativo, l’immediatezza, non possono che ammaliare l’ascoltatore e accompagnarlo in un viaggio dai contorni sconosciuti ma familiari. Mondi con radici lontane ma a noi così vicini.

Locandina (141 KB) - Invito (128 KB)

Valuta questo sito